Un moltiplicatore di opportunità. Da non lasciarsi sfuggire.

POR-FESR 2014-20 Asse 1 Azione 1.1.2

Titolo: Applicazione delle nanotecnologie in agricoltura

Descrizione: Il progetto ha avuto come obiettivo lo studio della sintesi di nanoparticelle di ossido di rame e degli effetti che ha l'applicazione per via fogliare di queste ultime sulle piante ed è stato sviluppato per mezzo di una convenzione con il Dipartimento di Ingegneria Industriale dell'Università di Padova.

Un impiego delle nanoparticelle studiate potrebbe avere diversi effetti benefici per la pianta quali la somministrazione di microelementi (metalli) indispensabili per la nutrizione delle piante, ed un’azione biostimolante di questi elementi che potrebbe consentire una riduzione del quantitativo di rame attualmente impiegato. Infatti i sali solubili di rame impiegati tipicamente vengono facilmente dilavati dalle precipitazioni rendendo inefficace la loro azione. Le nanoparticelle risultano molto promettenti perché, se opportunamente funzionalizzate, potrebbero persistere più a lungo sulla foglia essendo più difficilmente solubili. Inoltre, dimensioni delle particelle sufficientemente piccole permettono un ingresso nella foglia attraverso gli stomi.

L'innovativo prodotto potrebbe consentire mediante l’efficientamento dell’elemento attraverso l’uso di questa tecnologia di ridurre drasticamente l'attuale uso di metalli pesanti in agricoltura per un positivo bilancio ambientale.

La ricerca ha previsto lo studio e l'ottimizzazione della sintesi delle nanoparticelle di ossido di rame per via chimica. Sono state studiate diverse formulazioni e quelle più promettenti applicate per via fogliare in camera di crescita.
I primi test non hanno mostrato fenomeni di fitotossicità e le nanoparticelle sembrano avere una notevole efficacia sia nutrizionale che biostimolante. Il progetto si concluderà ad ottobre 2021 ma seguiranno ulteriori ricerche per perfezionare il formulato.

Contributo ammesso: 9.520 €